Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Il Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” interviene a seguito della proposta di vincolo sull’area della Vallategna

Asso: il vincolo sulla cascata cancella il supermercato!

 “Ora l’area deve essere classificata come non edificabile anche dal PGT del Comune di Asso”

 

ASSO (CO)“Con il vincolo di inedificabilità su tutta l’area della cascata Vallategna di Asso, il progetto del supermercato viene definitivamente cancellato!”. Così il Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” interviene in merito alla proposta di vincolo votata all’unanimità dal Consiglio Provinciale di Como. Il vincolo, una volta apposto, scongiurerebbe per sempre l’assurdo progetto del supermercato di Asso.

 

Commentano gli ambientalisti: “Un plauso alla decisione del Consiglio Provinciale; ora chiediamo alla Regione Lombardia e alla Soprintendenza di affrettarsi a concludere l’iter per l’apposizione del vincolo, per dire la parola fine al progetto del supermercato.  Infatti l’edificazione in quell’area risulterebbe insensata: oltre alla deturpazione paesaggistica della cascata (che risulta in parte vincolata già dal 1922), si è in presenza di rischio idrogeologico per le possibili esondazioni del torrente Foce e del fiume Lambro, e di rischio per la caduta di massi dalla parete a piombo sovrastante l’area”.

 

Il Circolo Ambiente “Ilaria Alpi” torna a richiedere il cambio di destinazione urbanistica dell’area della Vallategna: “Anche nel Piano di Governo del Territorio (PGT) di Asso, in fase di stesura, l’area deve essere classificata come non edificabile, eliminando la classificazione attuale a zona commerciale. La bellezza naturale della cascata deve essere preservata per sempre!.

 

CIRCOLO AMBIENTE “Ilaria Alpi”

Merone, 06 aprile 2011

Allegato: una foto della cascata Vallategna di Asso.

info stampa: cell. 338 8294970 (Roberto Fumagalli)

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

La cascata della Vallategna appartiene alla memoria della valle, essa rappresenta lo splendido ingresso innanzitutto per noi stessi, abitanti di questi luoghi
ed è uno stupendo biglietto da visita per tutti coloro che la vogliano attraversare. Stravolgerne la figura con una gettata di cemento, questo e non altro è il previsto supermercato, significa uccidere per sempre ogni sua bellezza, ogni sua magia.
Permettere l'abbattimento dei due magnifici cedri davanti al municipio di Asso è essenziale in questa lotta: la rotonda prevista, 350mila euro preventivati,
servirà soprattutto a consentire ai camion di servizio del supermercato di girare.

Coordinamento Alta Brianza-Valassina
Civiltà Contadina
su Facebook:
“Difendiamo la cascata Vallategna!”
www.biodiversita.info
mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Asso 27 gennaio 2010

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Asso, a febbraio distruggeranno l'ingresso del paese

A tutti quanti hanno a cuore l'ambiente, ma meglio sarebbe dire, la decenza, la memoria dei nostri paesi, rendo noto che a febbraio 2010, come da albo affisso in comune,
l'accesso al comune di Asso sarà stravolto dall'abbattimento di due stupendi e vetusti cedri del Libano, proprio quelli davanti al Municipio, al loro posto sorgerà un'ennesima ed inutile rotonda, il costo, 350mila euro.
Questa opera che per un comune come Asso è faraonica quanto inutile, serverà, oltre che a deturpare per sempre quest'angolo di Valassina, soprattutto, anche se gli ammnistratori, ovvio, lo negano, a permettere ai camion di servizio del previsto Iperal sotto la cascata Vallategna di poter girare.
Ovvero, continuando e persistendo nell'opera di demolizione dell'ambiente, della socialità, della cultura, della memoria di questi luoghi, si intende cominciare, nel silenzio assordante, nell'ottusa nebbia del menefreghismo, dell'ipocrisia quotidiana, del "tanto comandano loro".
A voi tutti chiedo di sommergere il Comune di Asso, la stampa locale, le associazioni, la Comunità Montana, di mail, di lettere.
Vi chiedo di farvi vivi con me, già esposto in prima persona, l'ultimo pezzo è uscito sulla Provincia il 31 dicembre, per elaborare forme civili ed attive di resistenza, di opposizione e di condanna di quest'altra oscenità edilizia.
Ringrazio in anticipo quanti vorranno in qualsiasi forma dare una mano.
Teodoro Margarita
Asso C/O Scuola Media "Giancarlo Puecher" Medaglia d'Oro della Resistenza italiana Erba.


Feed RSS

Collegati su Twitter o Telegram e seguici

 

    

 

 

©2022 Sito realizzato da ARCI Noerus aps

Search

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.