Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Domani,martedì 28 maggio, il segretario della Cgil Maurizo Landini sarà a Lomazzo,  per l'inaugurazione della sede Cgil. Alle 9.30 sarà a Comonext per incontrare gli studenti, in occasione della giornata dell'innovazione. Alle 10.30 è prevista, sempre a Comonext, una conferenza stampa con Landini.
M5S Lombardia.  Fusione Lomazzo-Bregnano: “tutelare utenti e lavoratori”

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

“A seguito del comunicato stampa della CISL FP dei Laghi sulla fusione della casa di riposo di Lomazzo con quella di Bregnano condividiamo anche noi le preoccupazioni per le ricadute che tale operazione può generare anche nei confronti dei lavoratori e dell’indotto. Ci associamo alle richieste del sindacato di maggiori garanzie sulla correttezza e trasparenza dell’operazione al fine di tutelare sia gli utenti che chi lavora nelle due case di riposo”, così Raffaele Erba, consigliere regionale del M5S Lombardia.

M5S Lombardia. Casa di riposo di Lomazzo e Bregnano: sperpero denaro regione accerti responsabilità

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva

Dichiarazione di Marco Fumagalli e Raffaele Erba, consiglieri regionali del M5S Lombardia. “E’ compito di Regione Lombardia valutare che la fusione tra la casa di riposo di Lomazzo e Bregnano avvenga nel rispetto della Legge e senza che tale atto sia fonte di danno per la casa di riposo di Lomazzo o degli enti locali che conferiscono un immobile in una nuova fondazione senza aver risolto i problemi che hanno determinato 3,5 milioni di euro di perdite a Bregnano e un patrimonio negativo di 1,5 milioni di euro. Regione deve anche accertare se ci sono responsabilità in questa vicenda di sperpero di denaro pubblico. Alla perdita del capitale di dotazione deve corrispondere la misura dell’estinzione della Fondazione. La fusione si pone in ottica elusiva e fonte di danno e responsabilità per non aver accertato le cause delle perdite. Regione Lombardia ha affrontato la questione con troppa leggerezza. Da tempo la Fondazione Bregnano era in difficoltà e Regione doveva intervenire con il commissariamento appena accertata la perdita dell’intero capitale di dotazione. Invece si è scelto la “scorciatoia” della fusione con una serie di punti interrogativi sulla correttezza della procedura. Regione si è presa del tempo per fare le opportune valutazioni prima di riconoscere la personalità giuridica della nuova Fondazione. Sarà mia cura richiedere tutta la documentazione per capire se tutti gli atti sono stati correttamente istruiti ed eventuali responsabilità adeguatamente perseguite”.

Feed RSS

Collegati su Twitter o Telegram e seguici

 

    

 

 

©2022 Sito realizzato da ARCI Noerus aps

Search

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.